31
Ago

Lìberos- Leggo per legittima difesa (W. A.)

Ci sono luoghi dove i libri sono ancora parte del sentire comune e partecipano alla creazione dell’identità di un territorio. Uno di questi luoghi è la Sardegna. Nel 2012 nasce il progetto Lìberos www.liberos.it con l’obiettivo di incentivare la lettura sul territorio sardo e ridare vita all’editoria dell’isola.

Lìberos deriva dal desiderio di creare un luogo di incontro virtuale e reale tra tutti gli attori della filiera editoriale: autori, editori, librerie, biblioteche, agenzie letterarie, associazioni culturali, festival e non solo, anche tutti coloro che si sporcano ogni giorno le mani con i libri e la cultura come le scuole. L’idea nasce dalla consapevolezza che, come si legge sul sito: ” la Sardegna è l’isola delle storie: siamo figli di un antico racconto orale e quella voce ce la siamo portata dentro fino al giorno in cui è diventata parola scritta. (…) nella nostra terra chi sa raccontare bene è stato sempre accolto e ha trovato un orecchio attento e una mano piena di rispetto nel voltare le pagine. Essere un popolo per noi significa prima di tutto essere una comunità narrante”.

Lìberos è una rete virtuale e reale, creata attraverso un patto solidale sancito da un codice etico con il quale vengono premiati i comportamenti virtuosi che stimolano i giovani autori, proteggono le fragilità editoriali del contesto, rifiutano le logiche cannibaliche del minor prezzo e offrono, a chi legge, il valore aggiunto della comunità. Diffondendo la consapevolezza che lavorare in sinergia crea un miglioramento sostanziale per sé e per gli altri, numerosissime sono state le adesioni. Quali sono i vantaggi di chi aderisce a Lìberos? Il primo è quello di acquisire maggiore visibilità, elemento non trascurabile se si considera, per esempio, la moria di librerie diffuse su tutto il territorio nazionale e al Sud in particolare, soprattutto di quelle indipendenti e non appartenenti alle grandi catene; secondo serve a potenziare la comunicazione, altro elemento fondante per chi come un giovane autore, per esempio,  vuole farsi conoscere e entrare in contatto con agenzie letterarie ed editori; terzo serve a interagire con i lettori che non vengono più pensati esclusivamente come potenziali acquirenti, ma gli viene riconosciuto un ruolo essenziale nel mondo editoriale. In ultimo, serve a premiare i più attivi che sanno fare e creare comunità e, allo stesso tempo, aprirsi al mondo. Da Lìberos nasce Éntula – Festival Letterario Diffuso idea culturalmente innovativa e rivoluzionaria allo stesso tempo. Éntula è un festival permanente spalmato per l’intero territorio sardo che ha come obiettivo quello di ” raggiungere anche i paesini più piccoli (…) quelli dove “non succede mai niente”, dove l’unico sogno dei giovani è scappare, perché la vita è altrove. Rendere ognuno di questi paesi protagonista per un giorno, attrazione di un pubblico di lettori che vengono dai paesi vicini o dalle città per ascoltare l’autore preferito, ma anche di abitanti del luogo che spesso non sono lettori, ma partecipano perché è un evento della comunità “.

Lìberos è un esempio riuscito e tangibile di impresa culturale che genera risultati di grande rilievo. Tra tutti, uno dei più interessanti è che la Sardegna, in controtendenza rispetto al resto del paese, vanta dati sulla lettura in aumento. 

Leggere diventa, dunque, un atto di legittima difesa. Difesa dell’identità dei luoghi e delle comunità, difesa dell’economia di una filiera complessa come quella editoriale e difesa del diritto di leggere che altro non è, se non un modo per essere liberi.

11377254_10206607098796947_2014662333254842096_n

Viviana Gentile: Calabrese di nascita e di ritorno per scelta. Per anni ho vissuto e amato Milano dove mi sono laureata, ho scritto fumetti, articoli, interviste e ho divorato tutto quello che di culturale la città mi offriva.
Attratta dal sogno americano, ho trascorso tre mesi negli Stati Uniti, dove ho toccato con mano i tanti buchi neri di quel sogno. Tornata a Sud, da mesi mi occupo di promozione culturale e progettazione per Trame – Festival dei libri sulle mafie.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

MEET ME

MEET Project Società Cooperativa Sociale a r.l.

Sede legale: Piazza Montenero II trav. n.2 – 88100 Catanzaro (CZ)

P.IVA/C.F.: 03537920799

Per info:

email: amministrazione@meetproject.org

PEC: meetprojectsociale@pec.it

  T. +39 328 7339483