26
Apr

ICECAIRO a Social Enterprise

ICECAIRO is a Social Enterprise, and part of the international icehubs network, that started with iceaddis in Ethiopia and icebauhaus in Germany. icecairo is a community-powered green tech innovation hub. We work together to solve environmental and social challenges using the brilliance of the icecairo community, and to turn these challenges in to green businesses. www.icecairo.com

Una delle forme più innovative e interessanti di lavoro sviluppatesi in risposta alla crisi economica è il coworking. Il coworking è uno stile lavorativo che coinvolge la condivisione di un ambiente di lavoro, spesso un ufficio, mantenendo un’attività indipendente.[1] L’attività del coworking è il raduno sociale di un gruppo di persone che stanno ancora lavorando in modo indipendente, ma che condividono dei valori[2] e sono interessati alla sinergia che può avvenire lavorando a contatto con persone di talento.[3]

Tra le esperienze più interessante nell’area mediterranea c’è Icecairo, derivante dal progetto europeo Ice.

Cos’è Icecairo? Non solo un incubatore di impresa, ma un’organizzazione di persone e talenti cui è possibile riferirsi per dare vita e coordinare gruppi di co-working e laboratori di auto-costruzione.“Icecairo inventa prodotti e servizi generando flussi di reddito. Il progetto identifica, abilita e condivide soluzioni tecnologiche e di business, promuovendo aree produttive caratterizzate da una mentalità collaborativa e quindi capaci di transitare verso un’economia di condivisione.”[4]

L’elemento più importante del progetto è la green vision. Quello a cui aspira Icecairo è di rendere le risorse provenienti dall’ambiente naturale e sociale opportunità di crescita e di sviluppo di opportunità di innovazione sociale.

Viviana Gentile

viviana gentile

Calabrese di nascita e di ritorno per scelta. Per anni ho vissuto e amato Milano dove mi sono laureata,
ho scritto fumetti, articoli, interviste e ho divorato tutto quello che di culturale la città mi offriva.
Attratta dal sogno americano, ho trascorso tre mesi negli Stati Uniti, dove ho toccato con mano i tanti
buchi neri di quel sogno. Tornata a Sud, da mesi mi occupo di promozione culturale e progettazione
per Trame – Festival dei libri sulle mafie.

[1] ^ Foertsch, Carsten (2011-01-13), The Coworker’s Profile http://www.deskmag.com/en/the-coworkers-global-coworking-survey-168

[2] Kiera Butler, Works Well With Others, in Mother JonesMother Jones (magazine), 1º gennaio 2008,  Ilana DeBare, Shared work spaces a wave of the future, in San Francisco ChronicleSan Francisco Chronicle, 19 febbraio 2008.

[3]  “Uno spazio adatto a freelance e creativi” – la Repubblica.it, su Archivio – la Repubblica.it. URL consultato il 02 febbraio 2016,  Kerry Miller, Where the Coffee Shop Meets the Cubicle, in Business WeekBusinessWeek, 26 febbraio 2007.

[4] S. Consiglio e A. Riitano (a cura di), Sud Innovation, Franco Angeli, Milano, 2015, p. 64-65.

18total visits,1visits today

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

Contatti

MEET Project Società Cooperativa Sociale a r.l.

Sede legale: Piazza Montenero II trav. n.2 – 88100 Catanzaro (CZ)

P.IVA/C.F.: 03537920799

Per info:

email: amministrazione@meetproject.org

PEC: meetprojectsociale@pec.it

  T. +39 328 7339483

 

18total visits,1visits today