13
Giu

Greenrail: l’ecostosenibilità su rotaia

MEET Project loves to tell about entrepreneurship especially when these enterprises are able to deliver a positive impact on the environment. Greenrail is the perfect example of an young italian SME producing an actual impact on our life and on mobility, namely the train industry, The Greenrail ecosustainable sleepers are going to revolutionize the train mobility thanks to its exclusive technology, working on three main concepts Safeness, Savings, Sustainability . Every km of line with Greenrail sleepers allow to recycle 35 tons of end life tires and 35 tons of urban junk.  

Il tema dell’impresa è in particolare dell’impresa che genera impatto ambientale positivo è per MEET Project un valore da diffondere, per questo motivo oggi raccontiamo la storia di una giovane impresa italiana, che ha da poco superato il confine che la definiva una start up per assumere a tutti gli effetti la connotazione di PMI innovativa e avrebbe tutte le carte in regola per assumere anche la qualifica di Società Benefit.

Parliamo di Greenrail S.r.l., un’impresa nata nel 2012 a Palermo, iscritta nel registro speciale delle start up innovative e produce traverse ferroviarie; per i non addetti ai lavori le traverse ferroviarie sono quella parte rettangolare posta fra i due binari.

L’idea viene a quello che sarebbe diventato il CEO di Greenrail Giovanni Maria De Lisi, che già lavorava presso l’azienda di famiglia di manutenzione ferroviaria, il quale si chiese come mai non esistessero traverse ferroviarie ecosostenibili. Trovò risposta a questa domanda, scoprendo che in realtà esistevano, ma non avevano le caratteristiche necessarie per essere sostituite a quelle in calcestruzzo; da qui inizia l’attività di ricerca e sviluppo del prodotto che ha portato alla nascita della traversa Greenrail e alla registrazione del suo brevetto internazionale in 147 paesi del mondo.

Una delle innovazioni introdotte all’interno di questo settore a forte impatto ambientale, risiede nella composizione stessa della traversa; si tratta infatti di una traversa ferroviaria ecosostenibile costruita con plastica riciclata e gomma ottenuta dal recupero di PFU (pneumatici fuori uso). Per l’esattezza la traversa è composta da una copertura esterna (outer shell) ottenuto da un mix di plastica e gomma e da una parte interna (inner core) in calcestruzzo armato.

Con questa composizione cosi particolare, la traversa Greenrail entra sul mercato come sostituta delle traverse ferroviarie tradizionali. Infatti, non solo permette di smaltire (fin ora, ma la ricerca va avanti) 35 tonnellate di pneumatici fuori uso e 35 tonnellate di plastica riciclata per ogni km di linea ferroviaria che monti le traverse Greenrail, ma produce una serie di altri impatti positivi come la riduzione della rumorosità e delle vibrazioni al passaggio del treno ed ha un ciclo di vita di 50 anni (contro i 30/40 delle tradizionali traverse) al termine del quale il materiale componente può essere nuovamente riciclato.

Grande è l’interesse della comunità internazionale per il progetto Greenrail, anche perché la ricerca non si ferma a quanto già esposto. Sono, infatti, in corso di sviluppo ulteriori soluzioni della traversa Basic. La società è impegnata, anche attraverso l’accesso a fondi europei per le PMI (ha già ottenuto un primo finanziamento attraverso lo SME Instrument Fase 1 per la realizzazione di uno studio di fattibilità e sta in questo periodo presentando il progetto per la fase 2), a sviluppare 3 ulteriori soluzioni: Greenrail Piezo è una traversa Greenrail™ in grado di produrre energia al passaggio dei convogli mediante sistemi piezoelettrici integrati; Greenraiil Solar è una traversa Greenrail™ che integra un modulo fotovoltaico consentendo così di trasformare le linee ferroviarie in campi fotovoltaici, con un elevata produttività di energia sostenibile e Greenrail Linkbox una traversa Greenrail Solar™ che integra varie tipologie di sistemi, sia per la trasmissione di dati di controllo, di sicurezza che per le telecomunicazioni.

Recentemente il CEO Giovanni De Lisi e il responsabile del R&D Department di Greenrail Emanuele Occhipinti hanno partecipato all’Oman Energy & Water Exhibition & Conference proprio per presentare i risultati del lavoro svolto in questi anni dalla società e per proiettare Greenrail oltre i confini europei.

Tuttavia, Greenrail non dimentica l’Italia, infatti grazie entro il 2017 procederà con l’omologazione delle innovative traverse ecosostenibili.

Non si contano i premi vinti da Greenrail e che hanno supportato la società nel suo primo sviluppo, infatti, è nella top ten delle start up 2015 secondo StartupItalia, dal 2013 al 2015 è stata finalista o vincitrice dei più importanti premi per l’innovazione in Italia come Edison Start 2014, Wird Audi Innovation Award 2014, Everis Aqward 2015 e Sustainable Entrepreneurship Award 2015.

 

Elio Lobello

elio

Progettista e appassionato di start up in ambito ambiente e sociale

17total visits,2visits today

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

Contatti

MEET Project Società Cooperativa Sociale a r.l.

Sede legale: Piazza Montenero II trav. n.2 – 88100 Catanzaro (CZ)

P.IVA/C.F.: 03537920799

Per info:

email: amministrazione@meetproject.org

PEC: meetprojectsociale@pec.it

  T. +39 328 7339483

 

17total visits,2visits today